Scadenzario

2019 Gennaio 2020
Oggi
2021
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
2 Termine chiarimenti
21
22
1 Scadenza gara
23
1 Apertura buste
24
25
26
27
1 Scadenza gara
1 Termine chiarimenti
28
29
30
1 Scadenza albo fornitori
31
Scadenze Gennaio 2020
20/01/2020 16:00

Termine chiarimenti: “Restauro e rifunzionalizzazione architettonica e impiantistica della ex Biblioteca Nino Colombo”
L’intervento prevede opere di restauro e di rifunzionalizzazione dell’edificio ex biblioteca nino colombo in beinasco (to) strada torino civico n.19, per adibirlo a spazio espositivo e biblioteca.

i principali interventi previsti sono di seguito descritti:

demolizioni – rimozioni degli elementi superfetanti.
· rimozioni di termosifoni, tubazioni a vista di impianti elettrici, idraulici e termici, griglie copri
termosifoni.
smantellamento delle guaine di copertura: l’operazione consiste nell’eliminazione di tutti gli strati
sovrapposti di guaina bituminosa attualmente in opera compresi i raccordi ai pluviali interni che saranno
sostituiti con un nuovo sistema di copertura e smaltimento acque meteoriche.
sabbiatura dei manufatti metallici \ pareti esterne: l’operazione consiste nell’asportazione totale dei
residui di verniciatura e delle superfici metalliche intaccate da ossidoriduzione ma ancora integre e
plausibili di recupero.
sostituzione dei pannelli ammalorati esterni. pannelli verticali esterni: l’operazione consiste
nello smontaggio dei pannelli metallici deteriorati di rivestimento a seguito della sabbiatura procedendo
a partire dagli angoli che costituiscono il primo pannello di fissaggio delle pareti. l’operazione effettuata
in seguito alla sabbiatura permetterà la corretta valutazione e la distinzione tra pannelli da sostituire
perché in elevato stato di degrado e corrosione e pannelli recuperabili. qualora, durante le operazioni di
smontaggio delle pannellature esterne, alcune di esse risultassero compromesse, si procederà alla
sostituzione con elementi di nuova realizzazione di identica dimensione e conformazione. colorazione e
finitura superficiale verranno concordate con la soprintendenza previa campionatura tenendo conto delle
cromie e delle finiture originali..
montaggio\ripristino\sostituzione profilo di raccordo con fondazioni: l’operazione consiste nel
ripristino \posizionamento di un nuovo profilo di protezione del cordolo di fondazione rispetto alle pareti
verticali esterne preventivamente smontate come descritto al punto n. 4. tale profilo, originariamente
realizzato con due elementi metallici pressopiegati saldati insieme dello spessore di circa 3 mm, sarà
realizzato con le medesime forme e dimensioni e materiali ma con finitura superficiale verniciata a
polvere.
scavo e impermeabilizzazione \ drenaggio perimetro esterno: l’operazione consiste nello scavo
di una trincea di almeno 60 cm di profondità e 60 cm di larghezza per poter stendere una superficie di
impermeabilizzazione sulle fondazione in calcestruzzo controterra. sul fondo dello scavo verrà
posizionata una tubazione adibita allo smaltimento delle acque superficiali e il riempimento dello scavo
stesso verrà realizzato mediante opportuno materiale drenante.
mpianto elettrico: l’operazione consiste nel rifacimento totale di tutte le canalizzazioni e nelle
distribuzione della fornitura di energia elettrica sia essa finalizzata al funzionamento degli impianti di
illuminazione e di riscaldamento a pavimento radiante, sia ai punti di presa elettrica.
infissi: l’operazione consiste nella sostituzione di tutti gli infissi, porte e finestre non congruenti con il
progetto originario e posizionati probabilmente a seguito di adeguamento alla normativa antincendio. i
nuovi serramenti saranno realizzati mediante un sistema di profili in acciaio dalla particolare geometria a
5 camere con interposto materiale isolante in vetroresina ad altissima resistenza meccanica, studiato
per interrompere il flusso termico ed aumentare l’abbattimento acustico a taglio termico. saranno
verniciati a polvere con colorazioni che verranno concordate con la soprintendenza, con vetri camera
antisfondamento 44.2/16 (arg) /44.2 basso emissivo, mentre le porte con ante a tutto vetro saranno
dotate di maniglioni antipanico.
coibentazione involucro: coibentazione generale orizzontale e verticale.
· involucro verticale: la scelta di rivestire la pannellatura metallica interna consente di
realizzare uno strato isolante tra le due pannellature di parete mediante il posizionamento di
pannelli a ridotto spessore (10-20 mm max) costituiti da un materassino a base di aerogel.
questa modalità di intervento consentirà di migliorare le performance energetiche dell’edificio
senza modificarne minimamente le peculiarità estetiche e formali.
involucro orizzontale – copertura: la coibentazione avverrà tramite la posa di pannelli
metallici in acciaio zincato e preverniciato (di colore da concordare previa campionatura con la
soprintendenza) con interposto strato isolante realizzato in schiuma poliuretanica rigida
(spessore 50 mm circa) dotati di sistema giunto per impedire qualsiasi tipo di infiltrazione e
ponti termici. tale sistema verrà posato sulla copertura esistente (tetto piano in lamiera grecata
rivestita da guaina bituminosa) consentendo di modificare e di fatto migliorare lo schema di
smaltimento delle acque meteoriche.
pavimento radiante: il riscaldamento verrà realizzato mediante l’adozione di un sistema radiante a
pavimento del tipo ad acqua calda e refrigerata a secco con copertura mediante piastra metallica o
cartongesso da pavimento che costituirà la base di posa della nuova pavimentazione realizzata in resina
o linoleum (scelta che verrà effettuata previa campionatura a seguito di confronto con la
soprintendenza).
illuminazione di gala esterna: l’operazione consiste nel riposizionamento degli elementi
illuminanti nel perimetro dell’edificio posizionati sui volumi in aggetto rispetto al profilo verticali delle
illuminazione interna: tutti i corpi illuminati originari saranno restaurati e le rispettive sorgenti
luminose saranno trasformate a tecnologia led. le lampade non originali, quali quelle di forma quadrata
e le plafoniere neon a sospensione, saranno rimosse e sostituite da strisce led nascoste nelle guide del
controsoffitto e da plafoniere uguali alle originali per dimensione e forma.
verniciature: da un’attenta analisi in sito si sono riscontrati differenti patine di vernice sia sui pannelli
metallici interni, sia su quelli esterni. al fine di individuare la più veritiera e originaria tonalità cromatica
si richiederà all’impresa appaltatrice delle opere di eseguire preliminarmente un’indagine stratigrafica
effettuata da un laboratorio certificato, da sottoporre alla soprintendenza per la definizione delle cromie
da eseguirsi in fase di restauro.
librerie scorrevoli: a seguito di rilievo puntuale degli elementi lignei e metallici delle librerie, e
considerandole a tutti gli effetti come elemento distintivo e di pregio degli arredi interni, in quanto
capaci di rimodulare gli spazi interni ridefinendone di conseguenza le possibili destinazioni d’uso, si è
deciso di ripristinare i meccanismi di funzionamento e lo stato originario delle stesse. si procederà in
ordine allo smontaggio dei ripiani in legno e al conseguente loro recupero. una volta liberata la struttura
dai ripiani si procederà alla sabbiatura delle parti metalliche e allo loro successiva ri-coloritura previa
campionatura da sottoporre precedentemente alla soprintendenza.
20/01/2020 23:59

Termine chiarimenti: Risistemazione dell’area di ampliamento del cimitero di Borgaretto – realizzazione accesso a raso blocco sud – realizzazione cinerario comune e camminamenti
Con il presente progetto l’amministrazione persegue l’obiettivo di porre in atto quegli interventi funzionali ritenuti prioritari per migliorare l’agibilità e la fruibilità della struttura cimiteriale da parte degli utenti e nell’ottica di un miglioramento del livello di gradimento dell’opera da parte della cittadinanza, senza tuttavia l’attuazione di opere che possano modificare l’idea di cimitero parco e quindi apparire invasive rispetto all’insieme. oltre a prevedere, per la restante parte del cimitero, interventi di manutenzione straordinaria di manufatti esistenti e ulteriori completamenti, al fine di garantire il decoro dei luoghi.
in sintesi il progetto prevede i seguenti interventi:
  1. risistemazione blocco loculi sud per realizzazione dell’accesso a raso
  2. costruzione di un cinerario comune
  3. pavimentazioni dei percorsi pedonali
  4. ripristino elementi di copertura batterie di loculi
22/01/2020 12:00

Scadenza gara: “Restauro e rifunzionalizzazione architettonica e impiantistica della ex Biblioteca Nino Colombo”
L’intervento prevede opere di restauro e di rifunzionalizzazione dell’edificio ex biblioteca nino colombo in beinasco (to) strada torino civico n.19, per adibirlo a spazio espositivo e biblioteca.

i principali interventi previsti sono di seguito descritti:

demolizioni – rimozioni degli elementi superfetanti.
· rimozioni di termosifoni, tubazioni a vista di impianti elettrici, idraulici e termici, griglie copri
termosifoni.
smantellamento delle guaine di copertura: l’operazione consiste nell’eliminazione di tutti gli strati
sovrapposti di guaina bituminosa attualmente in opera compresi i raccordi ai pluviali interni che saranno
sostituiti con un nuovo sistema di copertura e smaltimento acque meteoriche.
sabbiatura dei manufatti metallici \ pareti esterne: l’operazione consiste nell’asportazione totale dei
residui di verniciatura e delle superfici metalliche intaccate da ossidoriduzione ma ancora integre e
plausibili di recupero.
sostituzione dei pannelli ammalorati esterni. pannelli verticali esterni: l’operazione consiste
nello smontaggio dei pannelli metallici deteriorati di rivestimento a seguito della sabbiatura procedendo
a partire dagli angoli che costituiscono il primo pannello di fissaggio delle pareti. l’operazione effettuata
in seguito alla sabbiatura permetterà la corretta valutazione e la distinzione tra pannelli da sostituire
perché in elevato stato di degrado e corrosione e pannelli recuperabili. qualora, durante le operazioni di
smontaggio delle pannellature esterne, alcune di esse risultassero compromesse, si procederà alla
sostituzione con elementi di nuova realizzazione di identica dimensione e conformazione. colorazione e
finitura superficiale verranno concordate con la soprintendenza previa campionatura tenendo conto delle
cromie e delle finiture originali..
montaggio\ripristino\sostituzione profilo di raccordo con fondazioni: l’operazione consiste nel
ripristino \posizionamento di un nuovo profilo di protezione del cordolo di fondazione rispetto alle pareti
verticali esterne preventivamente smontate come descritto al punto n. 4. tale profilo, originariamente
realizzato con due elementi metallici pressopiegati saldati insieme dello spessore di circa 3 mm, sarà
realizzato con le medesime forme e dimensioni e materiali ma con finitura superficiale verniciata a
polvere.
scavo e impermeabilizzazione \ drenaggio perimetro esterno: l’operazione consiste nello scavo
di una trincea di almeno 60 cm di profondità e 60 cm di larghezza per poter stendere una superficie di
impermeabilizzazione sulle fondazione in calcestruzzo controterra. sul fondo dello scavo verrà
posizionata una tubazione adibita allo smaltimento delle acque superficiali e il riempimento dello scavo
stesso verrà realizzato mediante opportuno materiale drenante.
mpianto elettrico: l’operazione consiste nel rifacimento totale di tutte le canalizzazioni e nelle
distribuzione della fornitura di energia elettrica sia essa finalizzata al funzionamento degli impianti di
illuminazione e di riscaldamento a pavimento radiante, sia ai punti di presa elettrica.
infissi: l’operazione consiste nella sostituzione di tutti gli infissi, porte e finestre non congruenti con il
progetto originario e posizionati probabilmente a seguito di adeguamento alla normativa antincendio. i
nuovi serramenti saranno realizzati mediante un sistema di profili in acciaio dalla particolare geometria a
5 camere con interposto materiale isolante in vetroresina ad altissima resistenza meccanica, studiato
per interrompere il flusso termico ed aumentare l’abbattimento acustico a taglio termico. saranno
verniciati a polvere con colorazioni che verranno concordate con la soprintendenza, con vetri camera
antisfondamento 44.2/16 (arg) /44.2 basso emissivo, mentre le porte con ante a tutto vetro saranno
dotate di maniglioni antipanico.
coibentazione involucro: coibentazione generale orizzontale e verticale.
· involucro verticale: la scelta di rivestire la pannellatura metallica interna consente di
realizzare uno strato isolante tra le due pannellature di parete mediante il posizionamento di
pannelli a ridotto spessore (10-20 mm max) costituiti da un materassino a base di aerogel.
questa modalità di intervento consentirà di migliorare le performance energetiche dell’edificio
senza modificarne minimamente le peculiarità estetiche e formali.
involucro orizzontale – copertura: la coibentazione avverrà tramite la posa di pannelli
metallici in acciaio zincato e preverniciato (di colore da concordare previa campionatura con la
soprintendenza) con interposto strato isolante realizzato in schiuma poliuretanica rigida
(spessore 50 mm circa) dotati di sistema giunto per impedire qualsiasi tipo di infiltrazione e
ponti termici. tale sistema verrà posato sulla copertura esistente (tetto piano in lamiera grecata
rivestita da guaina bituminosa) consentendo di modificare e di fatto migliorare lo schema di
smaltimento delle acque meteoriche.
pavimento radiante: il riscaldamento verrà realizzato mediante l’adozione di un sistema radiante a
pavimento del tipo ad acqua calda e refrigerata a secco con copertura mediante piastra metallica o
cartongesso da pavimento che costituirà la base di posa della nuova pavimentazione realizzata in resina
o linoleum (scelta che verrà effettuata previa campionatura a seguito di confronto con la
soprintendenza).
illuminazione di gala esterna: l’operazione consiste nel riposizionamento degli elementi
illuminanti nel perimetro dell’edificio posizionati sui volumi in aggetto rispetto al profilo verticali delle
illuminazione interna: tutti i corpi illuminati originari saranno restaurati e le rispettive sorgenti
luminose saranno trasformate a tecnologia led. le lampade non originali, quali quelle di forma quadrata
e le plafoniere neon a sospensione, saranno rimosse e sostituite da strisce led nascoste nelle guide del
controsoffitto e da plafoniere uguali alle originali per dimensione e forma.
verniciature: da un’attenta analisi in sito si sono riscontrati differenti patine di vernice sia sui pannelli
metallici interni, sia su quelli esterni. al fine di individuare la più veritiera e originaria tonalità cromatica
si richiederà all’impresa appaltatrice delle opere di eseguire preliminarmente un’indagine stratigrafica
effettuata da un laboratorio certificato, da sottoporre alla soprintendenza per la definizione delle cromie
da eseguirsi in fase di restauro.
librerie scorrevoli: a seguito di rilievo puntuale degli elementi lignei e metallici delle librerie, e
considerandole a tutti gli effetti come elemento distintivo e di pregio degli arredi interni, in quanto
capaci di rimodulare gli spazi interni ridefinendone di conseguenza le possibili destinazioni d’uso, si è
deciso di ripristinare i meccanismi di funzionamento e lo stato originario delle stesse. si procederà in
ordine allo smontaggio dei ripiani in legno e al conseguente loro recupero. una volta liberata la struttura
dai ripiani si procederà alla sabbiatura delle parti metalliche e allo loro successiva ri-coloritura previa
campionatura da sottoporre precedentemente alla soprintendenza.
23/01/2020 10:00

Apertura buste: “Restauro e rifunzionalizzazione architettonica e impiantistica della ex Biblioteca Nino Colombo”
L’intervento prevede opere di restauro e di rifunzionalizzazione dell’edificio ex biblioteca nino colombo in beinasco (to) strada torino civico n.19, per adibirlo a spazio espositivo e biblioteca.

i principali interventi previsti sono di seguito descritti:

demolizioni – rimozioni degli elementi superfetanti.
· rimozioni di termosifoni, tubazioni a vista di impianti elettrici, idraulici e termici, griglie copri
termosifoni.
smantellamento delle guaine di copertura: l’operazione consiste nell’eliminazione di tutti gli strati
sovrapposti di guaina bituminosa attualmente in opera compresi i raccordi ai pluviali interni che saranno
sostituiti con un nuovo sistema di copertura e smaltimento acque meteoriche.
sabbiatura dei manufatti metallici \ pareti esterne: l’operazione consiste nell’asportazione totale dei
residui di verniciatura e delle superfici metalliche intaccate da ossidoriduzione ma ancora integre e
plausibili di recupero.
sostituzione dei pannelli ammalorati esterni. pannelli verticali esterni: l’operazione consiste
nello smontaggio dei pannelli metallici deteriorati di rivestimento a seguito della sabbiatura procedendo
a partire dagli angoli che costituiscono il primo pannello di fissaggio delle pareti. l’operazione effettuata
in seguito alla sabbiatura permetterà la corretta valutazione e la distinzione tra pannelli da sostituire
perché in elevato stato di degrado e corrosione e pannelli recuperabili. qualora, durante le operazioni di
smontaggio delle pannellature esterne, alcune di esse risultassero compromesse, si procederà alla
sostituzione con elementi di nuova realizzazione di identica dimensione e conformazione. colorazione e
finitura superficiale verranno concordate con la soprintendenza previa campionatura tenendo conto delle
cromie e delle finiture originali..
montaggio\ripristino\sostituzione profilo di raccordo con fondazioni: l’operazione consiste nel
ripristino \posizionamento di un nuovo profilo di protezione del cordolo di fondazione rispetto alle pareti
verticali esterne preventivamente smontate come descritto al punto n. 4. tale profilo, originariamente
realizzato con due elementi metallici pressopiegati saldati insieme dello spessore di circa 3 mm, sarà
realizzato con le medesime forme e dimensioni e materiali ma con finitura superficiale verniciata a
polvere.
scavo e impermeabilizzazione \ drenaggio perimetro esterno: l’operazione consiste nello scavo
di una trincea di almeno 60 cm di profondità e 60 cm di larghezza per poter stendere una superficie di
impermeabilizzazione sulle fondazione in calcestruzzo controterra. sul fondo dello scavo verrà
posizionata una tubazione adibita allo smaltimento delle acque superficiali e il riempimento dello scavo
stesso verrà realizzato mediante opportuno materiale drenante.
mpianto elettrico: l’operazione consiste nel rifacimento totale di tutte le canalizzazioni e nelle
distribuzione della fornitura di energia elettrica sia essa finalizzata al funzionamento degli impianti di
illuminazione e di riscaldamento a pavimento radiante, sia ai punti di presa elettrica.
infissi: l’operazione consiste nella sostituzione di tutti gli infissi, porte e finestre non congruenti con il
progetto originario e posizionati probabilmente a seguito di adeguamento alla normativa antincendio. i
nuovi serramenti saranno realizzati mediante un sistema di profili in acciaio dalla particolare geometria a
5 camere con interposto materiale isolante in vetroresina ad altissima resistenza meccanica, studiato
per interrompere il flusso termico ed aumentare l’abbattimento acustico a taglio termico. saranno
verniciati a polvere con colorazioni che verranno concordate con la soprintendenza, con vetri camera
antisfondamento 44.2/16 (arg) /44.2 basso emissivo, mentre le porte con ante a tutto vetro saranno
dotate di maniglioni antipanico.
coibentazione involucro: coibentazione generale orizzontale e verticale.
· involucro verticale: la scelta di rivestire la pannellatura metallica interna consente di
realizzare uno strato isolante tra le due pannellature di parete mediante il posizionamento di
pannelli a ridotto spessore (10-20 mm max) costituiti da un materassino a base di aerogel.
questa modalità di intervento consentirà di migliorare le performance energetiche dell’edificio
senza modificarne minimamente le peculiarità estetiche e formali.
involucro orizzontale – copertura: la coibentazione avverrà tramite la posa di pannelli
metallici in acciaio zincato e preverniciato (di colore da concordare previa campionatura con la
soprintendenza) con interposto strato isolante realizzato in schiuma poliuretanica rigida
(spessore 50 mm circa) dotati di sistema giunto per impedire qualsiasi tipo di infiltrazione e
ponti termici. tale sistema verrà posato sulla copertura esistente (tetto piano in lamiera grecata
rivestita da guaina bituminosa) consentendo di modificare e di fatto migliorare lo schema di
smaltimento delle acque meteoriche.
pavimento radiante: il riscaldamento verrà realizzato mediante l’adozione di un sistema radiante a
pavimento del tipo ad acqua calda e refrigerata a secco con copertura mediante piastra metallica o
cartongesso da pavimento che costituirà la base di posa della nuova pavimentazione realizzata in resina
o linoleum (scelta che verrà effettuata previa campionatura a seguito di confronto con la
soprintendenza).
illuminazione di gala esterna: l’operazione consiste nel riposizionamento degli elementi
illuminanti nel perimetro dell’edificio posizionati sui volumi in aggetto rispetto al profilo verticali delle
illuminazione interna: tutti i corpi illuminati originari saranno restaurati e le rispettive sorgenti
luminose saranno trasformate a tecnologia led. le lampade non originali, quali quelle di forma quadrata
e le plafoniere neon a sospensione, saranno rimosse e sostituite da strisce led nascoste nelle guide del
controsoffitto e da plafoniere uguali alle originali per dimensione e forma.
verniciature: da un’attenta analisi in sito si sono riscontrati differenti patine di vernice sia sui pannelli
metallici interni, sia su quelli esterni. al fine di individuare la più veritiera e originaria tonalità cromatica
si richiederà all’impresa appaltatrice delle opere di eseguire preliminarmente un’indagine stratigrafica
effettuata da un laboratorio certificato, da sottoporre alla soprintendenza per la definizione delle cromie
da eseguirsi in fase di restauro.
librerie scorrevoli: a seguito di rilievo puntuale degli elementi lignei e metallici delle librerie, e
considerandole a tutti gli effetti come elemento distintivo e di pregio degli arredi interni, in quanto
capaci di rimodulare gli spazi interni ridefinendone di conseguenza le possibili destinazioni d’uso, si è
deciso di ripristinare i meccanismi di funzionamento e lo stato originario delle stesse. si procederà in
ordine allo smontaggio dei ripiani in legno e al conseguente loro recupero. una volta liberata la struttura
dai ripiani si procederà alla sabbiatura delle parti metalliche e allo loro successiva ri-coloritura previa
campionatura da sottoporre precedentemente alla soprintendenza.
27/01/2020 12:00

Scadenza gara: Risistemazione dell’area di ampliamento del cimitero di Borgaretto – realizzazione accesso a raso blocco sud – realizzazione cinerario comune e camminamenti
Con il presente progetto l’amministrazione persegue l’obiettivo di porre in atto quegli interventi funzionali ritenuti prioritari per migliorare l’agibilità e la fruibilità della struttura cimiteriale da parte degli utenti e nell’ottica di un miglioramento del livello di gradimento dell’opera da parte della cittadinanza, senza tuttavia l’attuazione di opere che possano modificare l’idea di cimitero parco e quindi apparire invasive rispetto all’insieme. oltre a prevedere, per la restante parte del cimitero, interventi di manutenzione straordinaria di manufatti esistenti e ulteriori completamenti, al fine di garantire il decoro dei luoghi.
in sintesi il progetto prevede i seguenti interventi:
  1. risistemazione blocco loculi sud per realizzazione dell’accesso a raso
  2. costruzione di un cinerario comune
  3. pavimentazioni dei percorsi pedonali
  4. ripristino elementi di copertura batterie di loculi
27/01/2020 23:59

Termine chiarimenti: Realizzazione ampliamento del cimitero di Beinasco – realizzazione muro perimetrale – manufatti per la tumulazione multipla – cinerario comune
L'intervento consiste nella realizzazione del secondo lotto di ampliamento del cimitero di beinasco capoluogo tramite la realizzazione del muro perimetrale di confine. l’area di forma trapezoidale, si addossa a nord al complesso cimiteriale esistente venendone delimitato per un lato; verso est attuale strada del bottone a costituire limite definitivo delle aree di pertinenza cimiteriale. sul tratto di perimetro ovest saranno ricavate le aperture che collegheranno funzionalmente l'ampliamento al cimitero esistente.
all’interno dell’area consolidata del vecchio cimitero, verranno pavimentati i viali di distribuzione, comprensiva della sostituzione ed implementazione del sistema di smaltimento delle acque meteoriche, mediante la realizzazione di una nuova pavimentazione in porfido.
all’interno della nuova area in ampliamento, verranno inoltre realizzate due nuove batterie di 50 loculi cadauno, addossati a quelli esistenti lungo il lato sud-est, avente la stessa tipologia edilizia di quelli esistenti con finiture in mattoni e pietra di luserna, è inoltre prevista la realizzazione di un cineraio comune per la raccolta e la conservazione in perpetuo e collettiva delle ceneri provenienti dalla cremazione delle salme. per quanto riguarda il cinerario comune, la progettazione è stata condotta al fine di dare la possibilità di associarlo con un’area su cui fare una cerimonia di sversamento, in cui l’officiante versa le ceneri in una tramoggia che le recapita ad un contenitore sotterraneo.

 
30/01/2020 15:14

Scadenza albo fornitori: AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE MEDIANTE DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI BEVANDE E SNACK E FORNITURA DI ACQUA MEDIANTE INSTALLAZIONE DI REFRIGERATORI IN COMODATO D’USO GRATUITO.
avviso pubblico per manifestazione di interesse per l'affidamento in concessione del servizio di ristorazione mediante distributori automatici di bevande e snack e fornitura di acqua mediante installazione di refrigeratori in comodato d’uso gratuito
TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help deskassistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Comune di Beinasco

Piazza Alfieri 7 Beinasco (TO)
Tel. 01139891 - Fax. 0113989382 - Email: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it - PEC: protocollo@comune.beinasco.legalmail.it